Chi siamo

Questa la composizione del nuovo direttivo dell’associazione, eletto nell’assemblea generale tenutasi il 2 giugno 2019

Fatima Edouhabi – la nostra nuova presidente!

Nata ai margini della capitale marocchina 40 anni fa, appena superati i 20 anni ha sentito l’esigenza di uscire dal guscio sociale e culturale in cui viveva sentendolo troppo stretto per i suoi sogni. A 23 anni inizia il corso di Economia Aziendale a Bologna, nel 2006 si laurea e inizioail suo lavoro attuale presso una multinazionale Francese. In parallelo a questi anni di studi e lavoro ha avuto l’occasione di incontrare l’associazione Sopra i ponti che le ha aperto una finestra sul mondo del volontariato.

Meryem Nassereddine – vice presidente

Nata a Casablanca, in Marocco, nel 1984. Diplomata, cresciuta a Casablanca finché non si è sposata ed è venuta in Italia attraverso il ricongiungimento familiare e dal 2010 vive a Castenaso (BO). E’ mamma di 3 bimbi. A Bologna ha studiato e ha fatto il sevizio civile; le piace fare volontariato, è integrata ed aiuta gli altri ad integrarsi. Il suo obiettivo è di sviluppare il suo piccolo mondo studiando, imparando tante cose che possono essere utili a lei, ma anche agli altri. I suoi principi nella vita sono: sorridere, aiutare, rispettare.

Mohamed Rafia Boukhbiza – tesoriere e presidente onorario, avendo ricoperto la carica dal 2004 al 2019

nato nel 1958 a Casablanca, emigrato in Italia negli anni ’80. Dopo alcuni anni nel sud Italia si regolarizza con la prima sanatoria del 1998 (“sanatoria Martelli”) e sale al nord, fermandosi a Bologna perché qui giunto… la macchina non era più ripartita. Ben presto diviene un punto di riferimento per la comunità marocchina in città, allora in rapida crescita: eletto portavoce del ‘centro di prima accoglienza Mohamed Saif’, nel 1995 è tra i soci fondatori dell’associazione Sopra i ponti. Dopo diversi anni di lavoro come operaio e manovale, si qualifica come mediatore culturale e fa esperienza sindacale nella FILT fino al 2013. Mette la sua esperienza a disposizione attraverso il nostro Sportello di tutela dei diritti. Come presidente di Sopra i ponti guida l’associazione verso le prime esperienze di cooperazione internazionale a partire dal 2008, che si consolidano nel progetto di turismo responsabile in Marocco e valorizzazione dei prodotti di eccellenza fino alla nascita della cooperativa Asdikae bila Houdoud, spin off dell’associazione e della cooperativa Viaggiemiraggi Onlus. Ha due figli di 21 e 18 anni con doppia cittadinanza e a 61 anni ha ancora voglia di reinventarsi!

Antonella Selva – segretaria

Cinquantanove anni portati splendidamente. Bolognese di nascita e cittadina del mondo di adozione, visto come vanno le cose in Italia presto chiederà la cittadinanza al re del Marocco (del resto i suoi figli ce l’hanno già). Tanto tempo fa, dalle fila della nuova sinistra cominciò ad aprire gli occhi sul mondo, da allora quasi tutto è cambiato, ma non il suo sguardo. Rifiuta caparbiamente di comprarsi un cellulare, ha venduto la macchina e ha staccato il decoder della TV. Ammira Cuba perché è il primo paese che ha superato la dipendenza dal petrolio. Tra i soci fondatori dell’associazione Sopra i ponti, ha maturato esperienza al servizio di progetti di co-sviluppo in Marocco e di integrazione interculturale qui a Bologna. Benché di professione faccia l’impiegata, la sua vera passione è il fumetto.

Consuelo Paris – consigliera

Marchigiana, classe 1980, è l’infaticabile trait d’union tra Sopra i ponti e la Coop Viaggiemiraggi Onlus. Dopo anni di esperienza nel turismo responsabile con ViaggieMiraggi, nel 2018 ha deciso di lasciare tutto e trasferirsi in Marocco, dove si dedica professionalmente al consolidamento del progetto di turismo e economia solidale messo in piedi da Sopra i ponti essendo tra i soci fondatori della coop Asdikae bila Houdoud, e contemporaneamente realizza un suo originalissimo percorso spirituale.

Toufik El Azrak – consigliere

nato nel 1985 a Mrizig, provincia di Settat (Marocco), diplomato, è arrivato in Italia nel 2007. E’ membro anche della Coop Asdikae bila Houdoud. Protagonista della ormai leggendaria carovana Marocco a tutto GAS! da Roma a Parigi non solo come partecipante ma anche come autista. E’ sposato e in attesa del primo figlio.

Said Benyaich – consigliere

Nato a El Brouj (Marocco) nel 1973, diplomato, ha lavorato come funzionario dello stato civile per il suo comune fino a quando è emigrato in Italia nel 2002. Sposato, 5 figli, a Bologna lavora come operaio, bracciante e nella logistica e in Marocco, come membro della coop Asdikae bila Houdoud, accompagna occasionalmente i viaggiatori responsabili

I nostri volontari in servizio civile per il 2018-19 si raccontano

Gavriel Nelken

Nato nel 1995 da madre italiana e cattolica, e padre inglese ed ebreo, sono cresciuto a Bologna facendomi mille domande su identità, cultura e appartenenza. Dopo il liceo, sono andato in Inghilterra a studiare 3 anni di Sociologia a Londra e 1 anno di Studi della Migrazione ad Oxford. Dopo troppa Inghilterra, e troppa università, sono (finalmente) tornato qui a Bologna, a fare servizio civile con l’associazione Sopra I Ponti, nel progetto “Advocacy e Tutela dei diritti dei migranti”. Sto apprezzando moltissimo la possibilità di fare cose utili, affrontare (di petto, dal basso, e nello spirito dell’organizzazione di comunità) i complessi problemi delle persone, imparando come si fa a rivendicare in pratica i diritti e le garanzie che possono fare la differenza nelle biografie degli individui che la nostra società rende più vulnerabili, ricattabili e precari.

Clarissa Lo Giudice

Mi chiamo Clarissa, ho 27 anni e vengo da Palermo. Nel 2016 mi sono trasferita per motivi di studio a Bologna, conseguendo la laurea magistrale in Lingua e Cultura Italiana per Stranieri. Nel corso di questi due anni, mi sono avvicinata sempre di più al mondo dell’insegnamento anche grazie a un tirocinio curriculare presso l’associazione Arcoiris a Bologna e, dopo questa esperienza, sono entrata in contatto con l’Associazione Sopra i Ponti, continuando la mia passione per l’insegnamento e sperando che un giorno possa diventare la mia professione.
Attualmente, svolgo il Servizio Civile “Nino torna a scuola 2018” tramite l’Associazione Sopra i Ponti, in cui mi occupo principalmente di insegnare italiano a stranieri.